Archetipi dell’Anima

Leggera come una farfalla passa l’anima da una vita all’altra, nutre e rinforza, unisce e guarisce e si espande con ogni esperienza – Shendoa-

Un percorso per esplorare struttura e caratteristica dell’anima

condotto da Barbara Probst

con il Patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli/Firenze

Al centro del percorso sono gli insegnamenti degli archetipi dell’anima, trasmessi dal 1983 da Varda Hasselmann e Frank Schmolke, che offrono una visione profonda e singolare sulla natura dell’anima e mettono in evidenza l’essenziale, il grandioso, la dimensione intoccabile di ognuno di noi.

Gli insegnamenti si basano su sette energie universali, descritte in Tibet già cinquemila anni fa. Nuova è la descrizione e l’individuazione di queste energie sui sette livelli dell’essere umano. Da una combinazione specifica di queste energie deriva la cosiddetta matrice dell’anima che è unica e individuale e favorisce una percezione precisa delle forze dell’anima e della personalità. La matrice manifesta la struttura energetica dell’individuo e permette di conoscere e di vivere il proprio potenziale di sviluppo. Gli archetipi dell’anima, che ne derivano, esprimono con esattezza la nostra essenza, l’unicità della nostra indole, il nostro sentire, il modo di pensare, le impressioni personali, il modo di elaborare le esperienze, di trarre conclusioni e prendere decisioni. Attraverso la matrice dell’anima è possibile individuare anche l’età dell’anima, che indica la nostra sensibilità e maturità spirituale che, in armonia con la propria famiglia d’anima, ci accompagna, come una guida per tutta la vita.

Mediante l’anima siamo connessi con il principio di evoluzione dell’universo, ossia con quella forza che anela espansione ed evoluzione e che favorisce un continuo processo di crescita interiore. Quanto è facile comprendere la necessità naturale dell’evoluzione sul piano fisico -ogni bambino diventa un uomo o una donna- tanto rende perplessi il fatto che l’anima cerchi per la sua crescita resistenza e attrito, e non solo amore e riconoscimento come tutti lo desideriamo.
Il modello degli archetipi dell’anima aiuta a comprendere che la vita non risponde ai nostri bisogni fisici e psichici, ma è in piena sintonia con il desiderio di evoluzione dell’anima. Appartenere simultaneamente a delle realtà diverse con principi e condizioni differenti, è per ogni essere umano una sfida enorme; integrarle armoniosamente richiede un lungo processo di consapevolezza e di crescita.

Obiettivo del percorso
Il percorso ci porta ad esplorare il mondo interiore con un’introspezione precisa che permette di osservare come le forze psichiche della paura e dell’istinto di sopravvivenza siano connesse in noi con le forze dell’anima attraverso un movimento interiore di tensione ed estensione. La consapevolezza di questo movimento che segue un ritmo naturale, simile all’ispirazione e all’espirazione, ha un effetto liberatorio e rilassante e favorisce una relazione armoniosa fra psiche e anima.
La propria personalità e anche la propria storia possono essere viste con occhi nuovi e accettate con più serenità.

L’intento di esplorare la nostra anima ci apre alla profonda consapevolezza della nostra unicità e ci libera dalle idee di come dovremmo o vorremmo essere. La conoscenza della propria matrice dell’anima mostra la nostra esistenza in una nuova luce e rinforza il coraggio e la fiducia nell’affidarci alla guida dell’anima, accettando noi stessi e la vita in tutti gli aspetti.

Le domande cruciali che affioreranno durante questo percorso sono:
– Come posso attivare e integrare le forze dell’anima per utilizzarle come risorse inesauribili nella mia vita quotidiana?
– In che relazione è lo scopo evolutivo della mia anima con le difficili esperienze della mia vita?
– Come posso imparare a rilassarmi nelle sfide della vita per affrontare con più leggerezza e serenità i compiti della mia anima?

Attraverso uno specifico lavoro energetico che include le costellazioni e la meditazione, si affina la percezione delle forze sensibili degli archetipi della propria matrice dell’anima, elaborandoli e sperimentandoli in profondità. La condivisione delle esperienze personali è uno scambio vitale, basato sull’apprezzamento e il rispetto reciproco, e diventa per tutti uno specchio in cui riflettersi.
In un tale cerchio di fiducia e verità accadono crescita e guarigione, e anche miracoli.

Luogo: Centro ArPA – Bagno a Ripoli/Firenze
Data: Attualmente il lavoro sugli archetipi dell’anima è parte del Training di Lightwork

This post is also available in: Tedesco

Centro Arpa - via Poggio della Pieve 10/A Bagno a Ripoli (Fi) tel. 055 6821284 - P.Iva 00179318886 - WebMaster Centro Informatica